Press "Enter" to skip to content

Spagna: la lunga estate calda… in piscina

La lunga e calda estate del coronavirus in Spagna scatena la mania della piscina.

Le vendite di piscine sono infatti aumentate del 400%, affermano i produttori spagnoli, poiché il mese di maggio è stato il più caldo del paese per 55 anni.

José e la sua famiglia sono tra quelli che hanno acquistato una piscina perché non vogliono nuotare da nessuna parte potrebbero essere esposti al coronavirus.

“Non sapevamo quanto sarebbe durata questa pandemia, se saremmo stati in grado di viaggiare o no, se saremmo stati in grado di andare in piscina o non saremmo stati in grado di farlo”, José María Muñoz ha detto.

I produttori hanno avvertito i clienti di stare attenti a dove hanno messo il loro nuovo pool.

“Normalmente un pavimento può contenere circa 1000 chili, ma è lì per sostenere il peso di persone o mobili, ma non il peso di una piscina d’acqua. Una piscina di 2×2 metri può pesare fino a 4000 o 4500 chili”, Mayte Nieto da DTP Pools ha detto.

I fan sono anche diventati un accessorio estivo indispensabile e per i milioni di persone che lavorano da casa sono diventati essenziali.

“Abbiamo notato un aumento dei ventilatori a soffitto … in Spagna stiamo crescendo di oltre il 65%”, ha detto Jesús Olivas, un responsabile di settore per Leroy Merlín Alcorcón.

A Madrid le persone possono ora uscire e rilassarsi nel parco, ma sebbene il blocco sia ormai finito, le persone rimangono caute

Il sole estivo viene oscurato dalla minaccia di più focolai di coronavirus.