Press "Enter" to skip to content

Pandemia nel mondo: sei casi di nuova variante britannica in India. Il Sudafrica vieta la vendita di alcolici

L’India ha trovato sei casi di una variante più infettiva del coronavirus in persone che arrivano dalla Gran Bretagna, mentre il Sudafrica ha reimposto il divieto di vendita di alcolici e ha ordinato la chiusura di tutti i bar mentre combatte la rinascita del virus, compresa un’altra nuova variante.

Tutte e sei le persone infette in India sono in isolamento e i loro compagni di viaggio sono stati rintracciati, ha detto il ministero della salute.

L’India ha sospeso tutti i voli dalla Gran Bretagna fino alla fine del mese per le preoccupazioni sulla variante infettiva, ma circa 33.000 passeggeri sono arrivati da fine novembre, prima che il divieto fosse applicato, ha detto il ministero. Le autorità di aviazione civile hanno detto che il divieto sarebbe probabilmente rimasto in vigore fino al nuovo anno.

In Germania, i funzionari sanitari hanno detto che la nuova variante che spazza la Gran Bretagna è presente da novembre, dopo averla rilevata in un paziente che è morto nel nord del paese.

I ricercatori sono stati “in grado di sequenziare la variante del virus B1.1.7 in una persona infettata nel novembre di quest’anno”, ha detto il ministero della sanità della Bassa Sassonia. Questa è la stessa variante “responsabile di una gran parte delle infezioni rilevate nel sud dell’Inghilterra”, ha detto.

La variante è stata trovata in un paziente anziano con condizioni di salute sottostanti che da allora è morto. Anche sua moglie è stata infettata ma è sopravvissuta.

La coppia ha preso il virus dopo che la loro figlia tornò da un viaggio in Gran Bretagna a metà novembre, dove lei “con ogni probabilità” è stato infettato con la nuova variante, ha detto la dichiarazione.

La Germania aveva precedentemente segnalato un solo caso del nuovo ceppo, in una donna arrivata in aereo da Londra giovedì scorso. La Gran Bretagna ha dato l’allarme questo mese sulla variante, che secondo le autorità è significativamente più contagiosa.

In un discorso nazionale di lunedì, il presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa, ha annunciato il divieto di bere alcolici e la chiusura di tutte le spiagge e piscine pubbliche nei punti caldi dell’infezione, che includono Città del Capo, Johannesburg, Durban e diverse zone costiere.

Inoltre, il Sudafrica sta prolungando il coprifuoco notturno di quattro ore, richiedendo che tutti i residenti siano a casa dalle 21 alle 6 del mattino, ha detto il presidente.

“Il comportamento sconsiderato dovuto all’intossicazione da alcol ha contribuito ad aumentare la trasmissione. Gli incidenti legati all’alcol e la violenza stanno mettendo sotto pressione le nostre unità di emergenza ospedaliere”, ha detto Ramaphosa. Ha detto che l’aumento delle restrizioni è stato necessario a causa di un’ondata di infezioni che ha spinto il totale dei casi di virus confermati in Sudafrica oltre il milione.

Come la Gran Bretagna, il Sudafrica sta combattendo una variante di Covid-19 che gli esperti medici ritengono più contagiosa dell’originale. Secondo gli esperti, la variante è diventata dominante in molte parti del Paese.

La South African Medical Association, che rappresenta gli infermieri e gli altri operatori sanitari, nonché i medici, ha avvertito lunedì che il sistema sanitario è sul punto di essere sopraffatto dalla combinazione di un numero maggiore di pazienti di Covid-19 e di persone che necessitano di cure urgenti a causa di incidenti legati all’alcol. Molti raduni per le vacanze comportano alti livelli di consumo di alcolici, che a loro volta spesso portano a un aumento dei casi di trauma.

Mentre i paesi dell’Unione Europea hanno iniziato a distribuire il vaccino Pfizer/BioNTech che è stato approvato dai regolatori del blocco la scorsa settimana, il ministro della salute spagnolo ha dichiarato che sta creando un registro delle persone che rifiutano di farsi vaccinare e che lo condividerà con gli altri paesi membri. Il vaccino non sarà obbligatorio in Spagna, ma il ministro della salute Salvador Illa ha detto alla TV spagnola che il modo migliore per sconfiggere il virus è “vaccinare tutti noi – più siamo, meglio è”.

Un ex alto funzionario della sanità ha definito “imbarazzante” la strategia di vaccinazione dei Paesi Bassi, poiché la nazione attende l’8 gennaio per iniziare a somministrare le vaccinazioni.

Roel Coutinho, un ex direttore rispettato del Centro per il controllo delle malattie infettive dell’Istituto nazionale per la salute pubblica e l’ambiente, ha detto all’attualità olandese Nieuwsuur il lunedì sera: “Ogni settimana conta”.

Ritardare l’inizio del programma di vaccinazione significa che “il sovraccarico della sanità continuerà a lungo”. Ciò significa che ha un effetto non solo per le persone che hanno la COVID, ma anche per gli altri, perché non possono essere ricoverati o le operazioni devono essere rinviate”.

Il primo lotto di vaccini prodotti da Pfizer e dal suo partner tedesco BioNTech è già arrivato nei Paesi Bassi, ma non sarà somministrato fino all’8 gennaio. Il governo ha dichiarato di essere ancora impegnato nei preparativi, tra cui la preparazione dei sistemi informatici per la registrazione di tutte le vaccinazioni e la formazione del personale.

La Corea del Sud ha detto martedì che avrebbe firmato un accordo con Moderna per offrire i vaccini Covid-19 per 20 milioni di persone, ha riferito l’agenzia di stampa Yonhap citando l’ufficio presidenziale. La nazione ha riportato 40 morti martedì, un record quotidiano.

Questo arriva un giorno dopo che i funzionari hanno giurato di accelerare gli sforzi per lanciare un programma pubblico di vaccinazione contro il coronavirus quando il Paese ha rilevato i primi casi della variante del virus legata al rapido aumento delle infezioni in Gran Bretagna.

La Tailandia ha avvertito che potrebbero essere necessarie misure più intensive per fermare la sua peggiore epidemia e ha esortato l’opinione pubblica a cooperare per contenere una diffusione che ha visto casi nella maggior parte delle regioni del paese.

La Thailandia ha imposto misure di controllo più severe in alcune aree, anche per le imprese del settore dell’intrattenimento, che saranno rivalutate tra sette giorni.

Le autorità sanitarie hanno confermato 155 nuovi casi martedì, in quanto sono emersi nuovi cluster sulla scia di una grande epidemia scoperta 12 giorni fa in un mercato di frutti di mare vicino a Bangkok, tra i lavoratori migranti provenienti principalmente dal Myanmar.