Press "Enter" to skip to content

Il fondatore di Fleetwood Mac Peter Green muore a 73 anni

Il co-fondatore di Fleetwood Mac e influente chitarrista blues rock Peter Green è morto all’età di 73 anni, hanno confermato i rappresentanti legali della sua famiglia sabato.
“È con grande tristezza che la famiglia di Peter Green annuncerà la sua morte questo fine settimana, pacificamente nel sonno”, hanno affermato gli avvocati di Swan Turton in una nota. La ditta ha aggiunto che nei prossimi giorni verrà data un’ulteriore dichiarazione.
Il cantautore e chitarrista inglese, di Bethnal Green a East London, formò Fleetwood Mac con il batterista Mick Fleetwood nel 1967.

Nel 1965, Green fece il pieno per Eric Clapton nella band John Mayall e The Bluesbreakers – in cui Fleetwood suonava la batteria. Due anni dopo, Green e Fleetwood lasciarono la band per formare Fleetwood Mac, in seguito convincendo il bassista dei Bluesbreakers John McVie ad unirsi a loro.
Green ha scritto alcuni dei successi più importanti della band, tra cui “Albatross”, “Black Woman Magic” e “Man of the World”.
I membri di Fleetwood Mac, Peter Green, Jeremy Spencer, Mick Fleetwood, Danny Kirwan e John McVie.
Lasciò la band nel 1970, dopo che aveva pubblicato tre album. Fleetwood Mac alla fine si espanse per includere Stevie Nicks, Christine McVie, Lindsey Buckingham e altri.
Green e gli altri membri di Fleetwood Mac furono introdotti nella Rock & Roll Hall of Fame nel 1998.
Fleetwood ha pubblicato un omaggio a Green su Facebook sabato, definendo il suo ex compagno di band “il mio più caro amico”.
“Per me e tutti i membri presenti e passati di Fleetwood Mac, perdere Peter Green è monumentale”, ha scritto Fleetwood. “Peter è stato l’uomo che ha fondato la band Fleetwood Mac insieme a me, John McVie e Jeremy Spencer. Nessuno è mai entrato nelle fila di Fleetwood Mac senza riverenza per Peter Green e il suo talento, e per il fatto che la musica dovrebbe brillare di luce e essere sempre consegnato con passione senza compromessi !!! ”
“Peter, mi mancherai, ma stai tranquillo, la tua musica sopravvive”, ha aggiunto. “Ti ringrazio per avermi chiesto di essere il tuo batterista tanti anni fa. Siamo stati bravi e abbiamo percorso un inferno di una strada musicale da divertire così tanti.”
Numerosi altri musicisti hanno reso omaggio a Green dopo l’annuncio della sua morte. Il cantante di Whitesnake David Coverdale ha twittato che Green era “un artista che ho davvero amato e ammirato”.

“Ho supportato il Fleetwood Mac originale al Redcar Jazz Club quando ero in una band locale. Era un cantante, un chitarrista e un compositore mozzafiato. So chi ascolterò oggi”, ha aggiunto.
Il bassista dei Black Sabbath Geezer Butler ha anche espresso la sua tristezza dopo aver sentito della morte di Green, descrivendolo come “uno dei grandi”.