Press "Enter" to skip to content

Francia: l’Istituto Pasteur abbandona il progetto del vaccino COVID

L’Istituto Pasteur francese ha annunciato lunedì che stava abbandonando il suo progetto di sviluppo di un proprio vaccino COVID-19 a seguito di risultati inefficaci.

L’istituto privato, senza scopo di lucro, che prende il nome dal suo celebre fondatore, Louis Pasteur, che ha inventato il primo vaccino al mondo nel 1880, in una dichiarazione ha detto che stava interrompendo lo sviluppo del vaccino basato su un vaccino contro il morbillo a seguito dei risultati intermedi di una sperimentazione clinica di fase I sugli esseri umani.

“Il candidato vaccino è stato ben tollerato”, è stato annunciato, “ma le risposte immunitarie indotte sono risultate inferiori a quelle osservate in persone che si sono riprese da un’infezione naturale, così come quelle osservate con i vaccini autorizzati contro la SARS-CoV-2/COVID-19”.

La decisione è un duro colpo per lo sforzo della Francia di sviluppare un proprio vaccino.

Il mese scorso, la più grande azienda farmaceutica francese, Sanofi, ha annunciato che il suo candidato vaccino basato sulla tecnologia utilizzata per produrre vaccini contro l’influenza stagionale e su agenti immunologici sviluppati dalla britannica GSK non sarà pronto prima della fine del 2021. Ha sostento che il ritardo è dovuto ai risultati provvisori, che hanno mostrato una bassa risposta immunitaria negli adulti più anziani.

In una mossa senza precedenti lo scorso marzo, il presidente Emmanuel Macron ha aumentato il bilancio della ricerca scientifica francese di 5 miliardi di euro nei prossimi 10 anni e ha istituito un fondo di emergenza di 50 milioni di euro per finanziare la ricerca di un vaccino contro il COVID-19.

La Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI), un’alleanza globale per lo sviluppo di vaccini, aveva finanziato le prime fasi di ricerca e sviluppo del progetto di vaccino COVID dell’Istituto Pasteur. Il vaccino utilizzava un virus del morbillo combinato con gli antigeni della proteina Spike del virus SARS-CoV-2.

La sperimentazione clinica di fase I è stata condotta lo scorso agosto su 90 individui sani nei centri dell’istituto in Francia e Belgio per testare la sicurezza e l’efficacia del candidato vaccino.

L’istituto ha detto che la sua decisione di abbandonare il vaccino anti-COVID non influisce su altri due progetti di candidati vaccini basati su una via nasale e sul DNA che sono ora in fase preclinica.