Press "Enter" to skip to content

Epidemia di antrace in Siberia

Un’epidemia di antrace è in corso in Russia, nella Siberia settentrionale

Novanta persone sono sottoposte a controlli ospedalieri nella remota Russia settentrionale a causa di un focolaio di antrace che ha ucciso un ragazzo lunedì.

Otto persone sono confermate come infette dall’antrace, una malattia batterica rara ma mortale. Si ritiene che l’antrace si sia diffuso dalle renne.

Più di 2.300 renne sono morte nella regione di Yamalo-Nenets in Siberia. Le famiglie di allevatori di renne sono state trasferite.

Un’ondata di caldo ha alimentato la malattia. Le temperature nella zona pericolosa – ora in quarantena – sono salite a 35 ° C. La Russia ha inviato truppe addestrate per la guerra biologica per aiutare a far fronte all’emergenza.

La portavoce del governatore locale, Natalya Khlopunova, ha riferito all’agenzia di stampa Tass che circa 50 bambini erano tra le 90 persone in ospedale.

“Abbiamo deciso di fare controlli su tutti i figli dei pastori di renne, anche se non mostrano segni di malattia”, ha detto. Le famiglie sono state evacuate in un campeggio a circa 60 km (37 miglia) dall’hotspot dell’infezione.

I funzionari ritengono che il caldo si sia sciolto permafrost ed esposto una carcassa di renna infetta nella tundra siberiana, riferisce l’agenzia di stampa AFP.

L’ultimo focolaio nella regione fu nel 1941.

L’antrace è causato da Bacillus anthracis e può essere mortale ma di solito non si diffonde facilmente.

Sopravvive in gran parte come spore che si nascondono nel terreno per anni prima di entrare in un animale attraverso un taglio o una ferita.

Tradizionalmente le persone più a rischio sono state quelle che maneggiano animali morti, come i lavoratori dei macelli.

L’antrace può essere trattato con antibiotici, ma il trattamento deve iniziare subito dopo l’infezione.

L’utilizzo dell’antrace richiama spesso il timore degli attacchi terroristici. La possibilità di un attacco terroristico, infatti, è un pensiero spaventoso e un pericolo molto reale.

I terroristi potrebbero attaccare il suolo occidentale in molti modi diversi, inclusa una bomba o rilasciando un agente chimico, radiologico o biologico.

Un attacco biologico o bioterroristico consiste nel rilascio intenzionale di virus, batteri o altri germi per causare malattie o morte nelle persone o negli animali.

L’antrace è l’agente più probabile da utilizzare in un attacco biologico. Ci vuole solo una piccola quantità per infettare un gran numero di persone. Può essere progettato per resistere ai farmaci, il che significa che è più difficile da trattare con antibiotici.

Quindi cos’è esattamente l’antrace?

È un batterio presente nel suolo che può essere trasferito dagli animali infetti all’uomo, di solito manipolando prodotti animali, come pelli, o mangiando carne poco cotta.

L’antrace può anche infettare l’uomo attraverso il respiro delle spore che sono state progettate come un’arma

Nel 2001, le spore di antrace sono state spedite ai giornalisti e ai senatori degli Stati Uniti. Questi attacchi riguardavano lettere che contenevano solo un grammo di spore in polvere, circa la quantità in un pacchetto di zucchero; 22 persone sono state infettate e cinque persone sono morte.

In confronto, un attacco che ha utilizzato due chilogrammi di antrace, delle dimensioni di un sacco di zucchero da cinque chili, potrebbe infettare oltre 100.000 persone.

Gli scienziati hanno sviluppato modelli di come potrebbe apparire un attacco di antrace. L’antrace spruzzato da un aereo o camion su una città è uno scenario probabile. Le persone potrebbero non vedere, annusare o sentire il rilascio dell’antrace.

Questo tipo di attacco porterebbe a un’antrace inalatoria, la forma più grave della malattia, che inizia con la febbre e altri sintomi simil-influenzali. I sintomi di solito compaiono da uno a 42 giorni dopo l’inalazione delle spore. Una volta che ci sono sintomi, potrebbe essere troppo tardi per il trattamento con antibiotici.

Tutto ciò sembra spaventoso, ma la CDC e altre agenzie federali amercane, stanno lavorando con i dipartimenti sanitari statali e locali, stanno prendendo provvedimenti per prevenire o comunque reagire a un potenziale attacco.

CDC aiuta a gestire un programma chiamato BioSense, che <rileva potenziali rilasci di bioterrorismo, incluso l’antrace. >

BioSense e altri sistemi locali contribuiscono a garantire che le autorità siano consapevoli di un attacco e possano ottenere medicinali per le persone esposte non appena l’agente è stato identificato.

Le medicine per la risposta al bioterrorismo sono archiviate nella Strategic National Stock.

Se si verificasse un attacco terroristico, il CDC distribuirebbe antibiotici dalle scorte ai dipartimenti sanitari statali e locali che lo distribuiranno alle comunità colpite.

CDC conduce esercizi di preparazione all’emergenza per aiutarci a pianificare, preparare e mettere in pratica cosa fare in caso di attacco. Gli esercizi possono includere la distribuzione di forniture mediche o la valutazione della capacità di un laboratorio di raccogliere e testare campioni. Altre esercitazioni coinvolgono esperti in materia che affrontano uno scenario di emergenza dall’inizio alla fine, determinando tutti i passi che le varie agenzie devono intraprendere.

Si impara, poi, anche dalle emergenze reali che avvengono nelle comunità, come la pandemia di H1N1 del 2009.