Press "Enter" to skip to content

Gli effetti del riscaldamento globale in Francia

Gli ultimi mesi hanno fatto registrare le temperature più calde mai rilevate in Francia. Météo France, l’agenzia meteorologica del paese, ha affermato che il periodo dal primo dicembre 2019 al 29 febbraio 2020 è stato il più caldo dal 1900.

La temperatura media durante l’inverno meteorologico francese è stata di 5,4 gradi ma il mercurio ha fatto registrare oltre 20 gradi a febbraio nel sud. Una media, dunque, di 2° C sopra quella normale a dicembre e gennaio e di 3° C a febbraio.

Gli scienziati americani della National Oceanic and Atmospher Administration (NOAA) hanno elencato finora tre principali tendenze climatiche diffuse lo scorso inverno.

Temperature record di caldo sono state osservate in varie regioni: Scandinavia, Asia, Oceano Indiano, Oceano Pacifico centrale e occidentale, Oceano Atlantico e Centro e Sud America. D’altra parte, nessuna area terrestre o oceanica ha avuto temperature record a gennaio.

La copertura del ghiaccio marino polare è inferiore al normale, ovvero del 5,3% inferiore alla media 1981-2010 mentre la copertura del mare antartico è stata inferiore del 9,8%.

Di neve in Francia ne è caduta molto meno che in passato. Ma il dato riguarda il globo. La copertura nevosa dell’emisfero settentrionale è stata decisamente inferiore alla media 1981–2010, determinando il record degli ultimi cinquantaquattro anni.