Press "Enter" to skip to content

Coronavirus negli Stati Uniti: gli infetti potrebbero essere 20 milioni

Almeno 20 milioni di persone negli Stati Uniti potrebbero aver avuto COVID-19, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

“È chiaro che molte persone in questa nazione sono ancora suscettibili”, ha dichiarato il dott. Robert Redfield, direttore del CDC, in una chiamata con i giornalisti.

“La nostra migliore stima in questo momento è che per ogni caso segnalato, in realtà ci sono altre 10 infezioni”.

L’attuale numero di casi confermati negli Stati Uniti è di 2,4 milioni, ma la stima del CDC significherebbe che il numero reale di persone infette negli Stati Uniti è di circa 24 milioni di persone o il 7% della popolazione degli Stati Uniti.

La stima si basa sui test sierologici per gli anticorpi negli Stati Uniti e arriva man mano che i casi aumentano in numerosi stati del sud e dell’ovest.

Questi aumenti hanno spinto New York, New Jersey e Connecticut, Stati che hanno abbassato le loro curve epidemiche, per richiedere alle persone che viaggiano da Alabama, Arkansas, Arizona, Florida, Carolina del Nord, Carolina del Sud, Texas e Utah di autoisolarsi per 14 giorni quando viaggiano ai tre stati nord-orientali.

Nel frattempo, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha insistito sul fatto che l’aumento dei casi è dovuto all’aumento dei test, che secondo i funzionari è solo parzialmente vero.

In alcune aree, un aumento dei ricoveri ospedalieri e nuovi record di casi mostrano che gli Stati Uniti sono ancora coinvolti in un grande focolaio di virus.

Trump ha recentemente tenuto una manifestazione a Phoenix, in Arizona, un hotspot di coronavirus, in cui le immagini mostravano un raduno pieno di gente che indossava maschere e senza distanze sociali.

In alcune aree del paese, “stiamo assistendo a un inquietante aumento di infezioni che sembra una combinazione, ma una delle cose è un aumento della diffusione della comunità ed è qualcosa di cui sono molto preoccupato”, ha detto il dott. Anthony Fauci, il massimo esperto di malattie infettive degli Stati Uniti, martedì mentre testimoniava davanti a un comitato congressuale.

I funzionari affermano che molti di questi casi sono anche asintomatici, citando preoccupazioni sulla diffusione del virus silenzioso che è difficile da rilevare nonostante i 500.000 test di laboratorio giornalieri degli Stati Uniti.

I dati raccolti dal New York Times mostrano casi di coronavirus in aumento in 29 stati degli Stati Uniti. Alcuni stati hanno fermato i loro piani di riapertura a causa della diffusione.

Attualmente gli Stati Uniti hanno il bilancio delle vittime totale più alto del mondo con oltre 124.000 morti a causa di COVID-19.

La situazione epidemica negli Stati Uniti ha spinto l’Unione europea a includere gli Stati Uniti in un elenco di paesi non in grado di recarsi al blocco una volta riaperte le frontiere esterne.