Press "Enter" to skip to content

Concerto “One World Together at Home”: la raccolta supera i 127 milioni di dollari

Il concerto “One World: Together at Home” ha raccoto fondi per oltre 127 milioni di dollari. Si è trattato di un concerto virtuale pieno di big della musica, dello spettacolo e dello sport – dagli intramontabili Rolling Stones a Taylor Swift a Billie Eilish – che ha intrattenuto i fan di tutto il mondo con uno spettacolo che celebra gli operatori sanitari, applauditi da miliardi di persone che si sono rifugiate a casa a causa del Coronavirus.

Anche Jennifer Lopez, Stevie Wonder, Paul McCartney e LL Cool J si sono uniti al party online voluto e curato da Lady Gaga, che è stato sostenuto dall’organizzazione internazionale di patrocinio Global Citizen in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità.

Prima di aprire lo spettacolo Lady Gaga – che ha iniziato a lavorare con Global Citizen e l’OMS settimane fa per raccogliere fondi per la battaglia contro COVID-19 – ha detto che stava pregando per gli operatori sanitari e anche “pensando a tutti voi che siete a casa, che vi state chiedendo quando tutto questo cambierà”.

“Ciò che mi piacerebbe fare stasera, è concedervi, per un momento, di sorridere”, ha sostenuto la grande cantante prima di interpretare la celebre “Smile” di Nat King Cole.

Stevie Wonder ha poi stupito con un tributo alla leggenda del tardo soul Bill Withers. Seduto al suo piano casa Wonder, che compie 70 anni il mese prossimo, ha suonato “Lean On Me” prima di lanciarsi nel suo “Love’s In Need Of Love Today” con la sua singolare voce cristallina.


Guarda il Video:


Anche Mick Jagger è apparso senza età nonostante i suoi 76 anni mentre recitava il classico “Non puoi sempre ottenere quello che vuoi”, mentre i suoi compagni Stones suonavano dalle loro rispettive case, incluso un ghignante Charlie Watts alla batteria.
L’evento è stato pianificato come un “grido di raccolta” per sostenere gli operatori sanitari, mentre il coronavirus ha costretto o sollecitato a rimanere a casa almeno 4,5 miliardi di persone.

Prima dell’evento Global Citizen ha iniziato a sollecitare i filantropi, le aziende e i governi a sostenere l’OMS nei suoi sforzi di risposta al coronavirus, riuscendo a raccogliere nelle prime ore già $ 35 milioni per le organizzazioni locali e il fondo di risposta di solidarietà COVID-19 dell’organismo internazionale.

Anche che la regina Bey stessa si è unita per ringraziare i “veri eroi” che sono “lontani dalle loro famiglie, e che si prendono cura della nostra”. Beyonce, nativa di Houston, ha anche sottolineato che la pandemia di coronavirus negli Stati Uniti sta colpendo in modo sproporzionato i neri americani, che costituiscono una grande parte di forza lavoro e che spesso non può “concedersi il lusso di lavorare da casa”.

Il fenomeno del calcio David Beckham ha tenuto una chat video con i giovani atleti, incoraggiandoli a continuare a perfezionare le loro abilità a casa visto che tutti gli eventi sportivi sono stati annullati indefinitamente.

Adam Lambert ha interpretato il film di successo di Tears for Fears “Mad World”, mentre The Killers ha presentato una versione ridotta di “Mr. Brightside” e l’icona di Hong Kong Eason Chan ha interpretato “Love” di John Lennon.

La newyorkese Sarah Jessica Parker, nota figura di “Sex and the City” ha lanciato un grido dal suo divano agli operatori sanitari che lavoravano duramente all’ospedale Elmhurst, particolarmente colpito dalla città.

Gli operatori ospedalieri hanno anche reso testimonianza del loro lavoro vitale nella lotta contro il virus.

Vestito di scrub, Aisha al Muntheri ha parlato da Parigi per dire che era orgogliosa di servire “in prima linea con i miei colleghi”.

“Fa parte del nostro valore in medicina per servire l’umanità”, ha detto con disarmante e commoventer semplicità. “L’umanità è il nostro linguaggio comune”.