Press "Enter" to skip to content

Africa prossimo epicentro del Coronavirus?

Secondo quanto ha dichiarato l’OMS l’Africa sarà il prossimo epicentro del coronavirus.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che il numero di casi noti di coronavirus in Africa è aumentato del 51% nell’ultima settimana.

Un dato che fa ritenere possibile lo “spostamento” dell’epicentro del virusdall’Europa in Africa nel prossimo periodo.

Sebbene il numero di decessi segnalati sia aumentato del 60 percento nello stesso periodo, le cifre reali potrebbero essere superiori a quelle riportate, ha avvertito venerdì il direttore generale Dr. Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Ghebreyesus ha anche affrontato le preoccupazioni relative ai mercati umidi, i mercati in tutta l’Asia dove gli animali vivi e la fauna selvatica sono spesso venduti per il cibo.

Sebbene l’origine di COVID-19, la malattia causata dal virus, non sia stata ancora identificata, molti scienziati sospettano che il virus provenga dagli animali in un mercato umido a Wuhan, in Cina.

Ghebreyesus ha affermato che i mercati sono “una fonte importante di cibo e mezzi di sussistenza per milioni”, ma ha raccomandato che siano riaperti “a condizione che siano conformi ai rigorosi standard di sicurezza ed igiene degli alimenti”.

Lagos è la città più grande dell’Africa e le autorità hanno lottato per gestire la folla in mezzo al blocco coronavirus della Nigeria. Mile 12, il più grande mercato alimentare deperibile della megalopoli, ultimamente era affollato da commercianti e acquirenti che si facevano largo tra stretti sentieri intrecciati da enormi cesti di pomodori, con poca distanza sociale.

Femi Odusanya, consulente dell’associazione di mercato, ha affermato che le sfide sono “enormi” e ha invitato il governo a “fare di più per assicurarsi che le persone siano al sicuro e rimangano a casa”.

Nell’ambito di un’iniziativa governativa, la direzione ha creato un mercato di fortuna di derivazione a Ogudu, nel tentativo di ridurre la folla avvicinando i prodotti alle comunità in cui operano. Ma mentre cresce la disperazione, i camion delle consegne sono stati attaccati, gli articoli alimentari rubati e i furgoni danneggiati.

Per i poveri di Lagos, la priorità è portare cibo sul tavolo. “Le persone devono mangiare. Credo fermamente che la fame sia molto più pericolosa del Coronavirus, quindi dobbiamo fare del nostro meglio per garantire che le persone abbiano da mangiare”, ha dichiarato Shehu Usman, presidente dell’associazione di mercato.